Posts Tagged ‘salute donna’

“Counseling in corsia. Per una medicina più umana”

7 giugno 2016

Mercoledì 8 giugno ci sarà il convegno “Counseling in corsia. Per una medicina più umana” patrocinato da: Ministero della Salute, Società Italiana Counseling e Sapienza Università di Roma . Convegno_08062016_WEB

Il Convegno nasce con l’intento di voler presentare il progetto “Counseling in corsia” sperimentato all’interno dell’Ospedale San Pietro presso il reparto di Medicina d’Urgenza. Il progetto ha voluto prima di tutto porre le basi per il riconoscimento del ruolo del counselor che in reparto ha permesso di introdurre in modo professionale la comunicazione, l’ascolto e il supporto tra i servizi offerti ai pazienti, ai familiari ed al personale. Durante i colloqui – molto spesso informali e al bordo dei letti – il counselor, attraverso tecniche mirate, è riescito a far emergere risorse e nuovi punti di vista anche in situazioni di grande difficoltà.

Un altro aspetto fondamentale del progetto è stata la formazione sulle counseling skills al personale sanitario i cui obiettivi sono stati quelli di: porre l’attenzione sull’aspetto relazionale, molto spesso trascurato, della professione sanitaria; sollecitare una comunicazione più efficace tra medico e paziente ma anche tra medico e familiari per migliorare la compliance (l’ascolto delle informazioni sulle terapie e sui sintomi) e facilitare il successo terapeutico.

La partecipazione al convegno dà diritto a 2 crediti di aggiornamento professionale per i Counselor S.I.Co.

Per prenotarsi scrivere a info@ilvaloredelfemminile.com.

Vi aspettiamo.

Virginia Vandini

———————————————-

Virginia Vandini
Sociologa, Professional Expert e Trainer Counselor
Presidente Il valore del femminile
Direttore Centro Italiano Counseling Umanistico
Via Lorenzo il Magnifico, 50 00162 Roma
Tel. +39 347 0040857
v.vandini@ilvaloredelfemminile.com
www.ilvaloredelfemminile.com

Annunci

Legge di stabilità, percorsi nei Pronto soccorso delle vittime di violenza: dalle proteste alla proposta.

19 dicembre 2015

Sento la necessità di far conoscere la mia opinione e di aggiungere una proposta a proposito della polemica aperta dai centri Antiviolenza della rete “Di.Re” e da altre associazioni – che sottoscrivono a nome di tutte le aderenti anche se molte di loro sono di diverso avviso – contro l’emendamento Giuliani presentato per estendere a tutte le strutture di Pronto soccorso la procedura del cosiddetto “Codice Rosa”, già attuata con successo in molte località.

Seguo da tempo l’iniziativa del Codice rosa bianca, detto Codice Rosa (non allude al colore), in Toscana.
Ho conosciuto la dr.ssa Vittoria Doretti, socia SOROPTIMIST e ho potuto personalmente apprezzarne le doti professionali e umane.
Dopo la sperimentazione nella ASL di Grosseto, dove la dottoressa Doretti lavora, il Codice Rosa si è diffuso, grazie al SOROPTIMIST, in molte Regioni. I Centri antiviolenza e le case rifugio sono coinvolti.
Non sono stati necessari, né si prevedono nell’emendamento, appositi stanziamenti, ma nuove modalità operative e di presa in carico.
La forte opposizione all’inserimento nella legge di stabilità di un emendamento al riguardo è frutto di cattiva informazione, causata anche dal mancato coinvolgimento, prima della presentazione dell’emendamento, delle associazioni da anni impegnate in prima linea contro la violenza sulle donne.

Avrei firmato anch’io l’appello diffuso sul WEB se quanto riferiva fosse stato vero.

Sarebbe però bastato cercare su INTERNET per rendersi conto di quanti Pronto Soccorso già adottino nel pieno rispetto dei diritti delle donne, il Codice Rosa.

Le reazioni contro l’emendamento hanno portato ad una nuova formulazione e c’è da sperare che, nonostante i tempi accelerati con cui procede l’esame dell’intera legge di stabilità, rientrino anche le ferme opposizioni di alcune parlamentari. Alleghiamo entrambe le versioni.testi emendamenti Giuliani del 06 nov e del

E passo alla proposta, per invitare le tante associazioni e sigle sindacali che in questi giorni hanno manifestato il loro dissenso contro l’emendamento approvato dalla Commissione Bilancio della Camera, a lavorare insieme con tutte e tutti, persone, organismi, associazioni, contro la vera emergenza: in Italia viene ucciso il 40% delle donne che chiede aiuto.

Lo denuncia la dottoressa Vittoria Doretti, ideatrice del progetto pilota Codice Rosa nell’articolo pubblicato dalla 27ma ora “Ma resta ancora tanto da fare. Dico spesso che non ci sono eccellenze finché verrà ucciso il 40% delle donne che chiede aiuto. Più vado avanti e più vedo criticità e più sono convinta che solo lavorando tutti insieme riusciremo a superarle».

Rosanna Oliva,  Roma. 19 dicembre 2015

Lettera aperta alle candidate e candidati nei consigli regionali per l’adesione alla Carta europea per la Parità

19 febbraio 2013

ASPETTARE STANCA
Associazione di promozione sociale
per la presenza qualificata delle donne in politica

LETTERA APERTA
Alle candidate/i nei Consigli regionali di tutti gli schieramenti
delle Regioni Lazio, Lombardia e Molise

Lo scorso gennaio, come in altre tornate elettorali, ci siamo rivolte alle candidate e candidati president@ regionali per chiedere l’impegno a porre in essere ogni iniziativa utile a far aderire la propria Regione alla Carta Europea per l’Uguaglianza tra Donne e Uomini a Livello Locale, approvata il 12 maggio 2006 dal Consiglio delle Regioni e dei Comuni d’Europa (CCRE).
L’intero doc in
http://www.ccre.org/docs/charte_egalite_it.doc)

La sintesi in
https://aspettarestanca.files.wordpress.com/2013/02/sintesi-carta-europea.pdf

Poiché anche il vostro personale impegno sarà importante per raggiungere tale obiettivo, confidiamo nella vostra disponibilità ed interesse e rimaniamo in attesa di una vostra conferma al nostro indirizzo di posta elettronica info@aspettarestanca.it, per consentirci di darne comunicazione sul sito e attraverso le nostre mailing list, nonché in ogni iniziativa pubblica durante la campagna elettorale. (more…)

Iniziative

11 giugno 2009

Roma 24 Giugno 2009 – dalle ore 10.30 alle ore 13.00

Salute e pari opportunità- convegno a ingresso gratuito Palazzo dei Congressi.
Organizzato da: Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri (more…)