Archivio dell'autore

In estate le donazioni di sangue sono ancora più necessarie

17 luglio 2018

La potremo chiamare “emo-siccità”. E’ la mancanza di sangue – già scarso in generale – che si acuisce in estate. E questo problema mi preoccupa.. Sapere che il mio sangue andrà a uno sconosciuto, ne fa un gesto umano e politico: da una parte c’è chi ne ha bisogno; dall’altra chi sente la responsabilità di poterlo aiutare. Io giovedì vado a donarlo al Santo Spirito. Alle 8,00, al centro trasfusioni, a digiuno. Invito anche voi a farlo, non solo a Roma, ma dove vi trovate.  In più, per i donatori c’è un’accurata analisi de sangue che arriverà a domicilio.

Ci vediamo là,

Massimo Marnetto

Ps: “Noi siamo la memoria che abbiamo e la responsabilità che ci assumiamo. Senza memoria non esistiamo e senza responsabilità forse non meritiamo di esistere”. (José Saramago)

Annunci

Verso la modifica del Codice degli appalti

11 luglio 2018

Onestà lenta o corruzione veloce?

Sembra questa l’alternativa secca che sta spingendo verso lo stravolgimento del Codice degli Appalti. In ballo c’è il ritorno al famigerato “general contractor” della legge obiettivo, che si faceva il progetto e se lo controllava, nel nome dell’agilità e della sburocratizzazione. Ma i risultati sono stati opposti: ruberie e ritardi a go-go.

Inoltre, non si può ritornare al saccheggio del massimo ribasso, con il quale le aziende prima promettevano sconti inauditi, poi massacravano di “revisioni prezzi” il committente. Il Codice degli Appalti può essere senz’altro migliorato, ma non smantellato. Dobbiamo uscire dalla malsana abitudine che la complessità di controlli necessari sia il pretesto per l’abolizione della norma che li prevede. Dobbiamo convincerci che l’onestà veloce è possibile e conveniente. Perché non è vero – come vogliono convincerci troppi ladri interessati – che con la corruzione ci si deve convivere.

Massimo Marnetto

PS di Aspettare stanca: Uci,ucci, sento odor di berluscucci

L’assemblea del PD di luglio

8 luglio 2018

Da Massimo Marnetto

L’assemblea del PD non ha impresso una svolta, ma ha mostrato una discordia promettente.

Le prudenze sono saltate (persino Cuperlo ha detto una parolaccia), ma chi si aspettava un Renzi pentito di aver cercato i voti a destra e averli persi a sinistra ha sbagliato tutto. Il giovane emerito ha ribadito che il torto è degli altri e se n’è andato gesticolando contro gli oppositori, senza ascoltarli. Come ha notato Zingaretti (chi non sa ascoltare, non è un buon leader), che sapendo di dover concedere l’amnistia ai renziani quando sarà segretario, è rimasto in disparte per non esacerbare gli animi.

Di idee forti per recuperare l’elettorato storico, neanche mezza.

E invece sarebbe stato il caso di riposizionare il partito almeno su alcuni punti di forza: come per esempio una gestione dei flussi migratori più avanzata, la tassazione delle rendite e lo sgravio del lavoro, la lotta alla corruzione troppo blanda in passato, investimenti per ammodernamenti strutturali e manutenzioni dei beni pubblici. Magari con un forte richiamo ad una nuova stagione dei doveri – per tutti – per rendere esigibili i diritti – per tutti.  Purtroppo invece non si è volato alto. Più organigramma che programma. L’assemblea ha promosso Martina a segretario, ma tutto il resto è rimandato al congresso e ai risultati delle europee, per capire se sciogliere il partito o riportarlo a sinistra. Con il PD che diventa la più grande sala d’attesa d’Italia.

 

 

Gli algoritmi: questi sconosciuti che a nostra insaputa condizionano le nostre vite

7 luglio 2018

Gli algoritmi e l’intelligenza artificiale, a nostra insaputa, stanno sempre più prendendo piede. Gran parte della nostra vita, ormai, è condizionata dall’uso di internet e dai maggiori social esistenti, che in base ad algoritmi complicati scelgono, tra l’altro,  le persone in evidenza sui nostri profili e ci inviano pubblicità ed altre segnalazioni.

Durante la “UWE CONFERENCE – Women in STEM ProfessionConvegno europeo – Roma 22 giugno 2018,organizzato a Roma dalla F.I.L.D.I.S. Federazione Italiana Laureate Diplomate Istituti  Superiori Rosanna Oliva de Conciliis, intervenuta come presidente della Rete per la Parità, ha parlato de

LA MATEMATICA CHE C’È ANCHE QUANDO NON SI VEDE. Lo sguardo di genere per il superamento della  cultura maschiocentrica.

Una relazione che riguarda anche l’uso degli algoritmi. Vedi il Power Point allegato.SLIDE Oliva

Su questo Blog leggi anche su i BIG DATA post scritto da Francesco Carolei  https://aspettarestanca.wordpress.com/2018/03/25/big-data-la-rivoluzione-e-gia-avvenuta-a-nostra-insaputa/

Giovedì 5 luglio 2018 ore 17.30 – 20 Piediperterra a Casal Bertone

4 luglio 2018

Giovedì 5 luglio 2018 ore 17.30 – 20  Piediperterra a Casal Bertone esplorazione urbana con associazioni e comitati di quartiere nel tardo pomeriggio con aperitivo finale 

Appuntamento alle ore 17.30 all’ Asilonido L’Altalena (Via A.Pollio, 29) (davanti a  Auchan)

Aperitivo insieme alle ore 20.00 al Bar La Calavera

Noleggio radiocuffie 3 euro

Ogni esplorazione urbana consiste in un percorso da fare a piedi con un gruppo di persone (30/60 elementi) ciascuna dotata di radiocuffie, costruendo  un racconto in movimento,  portato avanti da ospiti e partecipanti che si avvicendano al microfono. La durata è di circa 2 ore, per un tragitto di circa 4/6 km con più “stazioni”, corrispondenti ad aspetti del territorio che si intendono approfondire. L’iniziativa è organizzata insieme ad associazioni e comitati  che preparano delle schede su criticità ed eccellenze del quartiere,  che sono poi inserite sulla mappa di Carteinregola e nei siti dei comitati. Alla fine del percorso un pranzo o un aperitivo tuti insieme > Vai a che cos’è Piedipeterra e alle precedenti esplorazioni

SI PREGA DI CONFERMARE LA PARTECIPAZIONE SCRIVENDO A: piediperterracir@gmail.com (specificando se solo alla passeggiata o anche all’aperitivo)

IL PERCORSO (in pubblicazione le schede a cura del Comitato di Quartiere)

Associazione  CARTEinREGOLA

www.carteinregola.it

laboratoriocarteinregola@gmail.com
Cell. 3661347079

carteinregola@casellapec.com

La  rete di Carteinregola

ADP Ass. Diritti dei Pedoni Roma e Lazio – amate l’architettura – Aspettare StancaAss. Artù – Ass. Amuse – Ass. Comitato Parco Casal del MarmoAss. Gentes – PSP Ass. Progettazione Sostenibile Partecipata – CILD Centro d’Iniziativa per la Legalità Democratica Cittadinanzattiva Lazio Onlus – Cittadinanzattivaflaminio – Comitato Ambiente e Legalità  Ponte Milvio  – Comitato di quartiere Pian Saccoccia –  Comitato Mura Latine – Comitato per il Progetto Urbano San Lorenzo  – Comitato per la difesa della pineta di Villa Massimo – Comitato per il parco della Caffarella – Comitato per la valorizzazione di S. Agnese fuori le mura – Comitato EUR Salute AmbienteComitato Verde Ferratella – Comitato Villa Blanc – ComunitAppia Comunità Territoriale del VII Municipio – Coord. Comitati NO PUP /Sostasostenibile- Coord. per la Tutela di – Via Giulia – Coord. Residenti Città Storica – Corvialedomani – Difendiamoimercatirionali – Eutropian Urban Research&Action  – Focus Casa dei diritti sociali – Interazioni urbane – Mobilitiamoci – PerRoma –  Visure Acatastali-   VAS Roma

Agricoltura sociale risorsa del Paese: organizzazioni settore scrivono al ministro Centinaio

25 giugno 2018

 COMUNICATO STAMPA

——————————–

Roma, 22 giugno 2018

Confagricoltura, Cia, Copagri, Forum Nazionale Agricoltura Sociale, Rete Fattorie Sociali, AGCI, CNCA, Capodarco e Legambiente sollecitano i decreti attuativi della legge 141/2015, il dialogo con l’Osservatorio e l’istituzione di un marchio nazionale

 Confagricoltura, Cia-Agricoltori Italiani, Copagri, Forum Nazionale Agricoltura Sociale, Rete Fattorie Sociali, AGCI, CNCA, Capodarco e Legambiente hanno scritto una lettera al ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio per sollecitare la sua attenzione sull’Agricoltura Sociale, che rappresenta un’importante risorsa per l’Italia sia in termini occupazionali che di produzioni agricole di qualità e di welfare territoriale.

Le Organizzazioni ricordano i dati di una recente indagine conoscitiva del CREA, realizzata in collaborazione con la Rete Rurale sull’agricoltura sociale, che confermano come negli ultimi 5 anni si è assistito a una forte crescita del settore, con investimenti per oltre 21 milioni di euro e attività di inserimento socio-lavorativo finalizzato nel 71% dei casi alle fasce più deboli della popolazione, dai disabili ai disoccupati con disagio, dai detenuti agli immigrati.

Con la legge 141/2015 si è dato vita a un Osservatorio Nazionale sull’Agricoltura Sociale che ha svolto con dedizione un lavoro finalizzato a sviluppare reti di rapporti solidi, responsabili e duraturi, finalizzati a creare un processo costruttivo e di crescita, grazie anche al valore delle esperienze del territorio. Purtroppo i tempi lunghi della politica non hanno consentito, nella fase finale della scorsa legislatura, di procedere all’emanazione dei decreti attuativi della legge. Sarebbe dunque importante, a parere delle Organizzazioni, che i decreti attuativi venissero firmati il prima possibile.

Confagricoltura, Cia, Copagri, Forum Nazionale Agricoltura Sociale, Rete Fattorie Sociali, AGCI, CNCA, Capodarco e Legambiente chiedono inoltre al ministro Centinaio di riprendere il dialogo con l’Osservatorio e di tenere alta l’attenzione sul settore, in modo da permettere la stesura delle linee guida e valutare l’opportunità dell’istituzione di un marchio nazionale, per far conoscere e valorizzare le produzioni delle imprese agricole che lavorano in questo ambito, in rete con gli altri attori territoriali, sviluppando la coscienza sociale e la crescita sostenibile e inclusiva dell’agricoltura.

Il livello d’innovazione raggiunto nello sviluppo dell’Agricoltura Sociale – concludono le Organizzazioni – non consente una battuta di arresto, che andrebbe a discapito dei reali beneficiari: imprese agricole, mondo della cooperazione e del terzo settore e, soprattutto, dei soggetti fragili.

DOMENICA 24 GIUGNO FESTA ECO-RESISTENTE DI INIZIO ESTATE

22 giugno 2018

                                                                                                                                                                                                             

Presso la Coop BIOLOGICA AGRICOLTURA NUOVA in Via Valle di Perna,315 Roma 

INSIEME, in mezzo al verde e alla natura per conoscere il territorio, visitare le bellezze della Riserva Naturale di Decima-Malafede, difendere la nostra terra dalla devastante autostrada a pedaggio A12-Roma-Latina e dalla bretella Cisterna-Valmontone, incontrare gli attivisti di una battaglia civica che dura da oltre 20 anni e non hanno permesso di distruggere e asfaltare una parte preziosa dell’agro romano e pontino.
*** Il PROGRAMMA completo lo potete leggere nella locandina allegata.

  

Per motivi organizzativi invitiamo tutte/i a prenotarsi, sia per il “Percorso Natura” e sia per il “Pranzo Bio”, utilizzando questo indirizzo di posta elettronica!

Comitato NO Corridoio Roma-Latina per la Metropolitana Leggera

e.mail: nocorridoio@tiscali.it – Portavoce Gualtiero Alunni – cell. 3332152909

Facebook: Comitato No Corridoio Roma-Latina per la Metropolitana Leggera

Twitter: NoCorridoio YouTube: XIIRoma

Attiva il tuo Plastic Radar!- L’iniziativa per segnalare i rifiuti di plastica in mare.

20 giugno 2018

Da Greenpeace Italy

News – 1 giugno, 2018

L’iniziativa per segnalare i rifiuti di plastica in mare

Quante volte avrai visto rifiuti di plastica in giro, magari nei posti cui sei più affezionato o nei luoghi di vacanza? Noi vogliamo sapere non solo qual è la tipologia di rifiuto di plastica che più comunemente rovina l’ambiente (e le nostre vacanze), ma anche a quali marchi appartengono questi rifiuti. Per questo oggi lanciamo il nostro “Plastic Radar”, il servizio per segnalare la presenza di rifiuti in plastica sulle spiagge, sui fondali o che galleggiano sulla superficie dei mari italiani. È possibile partecipare inviando le segnalazioni su Whatsapp, al numero +39 342 3711267.

Attraverso il sito plasticradar.greenpeace.it sarà infatti possibile consultare i risultati e scoprire quali sono le tipologie di imballaggi più comuni nei mari italiani, a quali categorie merceologiche appartengono, se sono in plastica usa e getta o multiuso e da quali mari italiani arriva il maggior numero di segnalazioni.

Insomma, se le spiagge e i fondali marini sono soffocati dalla plastica, questo non vuol dire che dobbiamo rassegnarci a convivere con la presenza di rifiuti in plastica ma ad accendere i riflettori su questo grave inquinamento che rappresenta una delle emergenze ambientali più gravi dei nostri tempi.

Per effettuare una segnalazione sarà necessario scattare una foto del rifiuto e, se possibile, fare in modo che sia riconoscibile il marchio e il tipo di plastica di cui è costituito. Successivamente va inviata, insieme alle coordinate geografiche del luogo dove è stato individuato il rifiuto. Noi elaboreremo le vostre segnalazioni e i dati relativi a tipo di rifiuto e posizione saranno disponibili in forma aggregata – nell’arco di 24-48 ore – sul sito Plastic Radar!

Se vogliamo fermare l’inquinamento da plastica nei nostri mari, è necessario che le grandi aziende affrontino concretamente le loro responsabilità, in particolare riguardo la plastica monouso, avviando immediatamente programmi che riducano drasticamente il ricorso all’utilizzo di imballaggi e contenitori in plastica usa e getta.

http://www.greenpeace.org/italy/it/News1/Attiva-il-tuo-Plastic-Radar/

Sportello anagrafico del XV Municipio di Roma in via Riano

14 giugno 2018

Oggi, 14 giugno, ore 8.35  in via Riano, per il rinnovo della Carta d’identità. C’ero già andata per il rinnovo della Tessera elettorale.

Qualche giorno fa avevo fissato l’appuntamento online.

Il locale è piccolo, ma ben attrezzato, a piano terra dell’immobile che ospita il mercato e vari negozi.

Situato nel cuore di Ponte Milvio, è raggiungibile a piedi dagli abitanti della zona e dotato di parcheggio per chi viene in auto.

Tutto funziona, grazie a procedure ormai consolidate e all’efficienza delle tre impiegate.

Ammiro in particolare la capacità di quella addetta ad accogliere chi arriva: aiuta spontaneamente a confermare l’appuntamento sul totem, risponde alle domande più disparate che le rivolgono sia le tante persone che mano a mano arrivano agli orari previsti, sia da chi arriva senza appuntamento e da chi passa solo per informarsi.

Non perde il tono cortese neanche con un signore un po’ agitato di suo, che non la lascia parlare per protestare contro notizie che ha capito male.

Penso come sarebbe stato il Municipio se la sede principale fosse stata realizzata lì, come avrei voluto e mi sono inutilmente battuta per anni.

Penso ai tanti soldi pubblici e al tanto tempo dagli utenti sprecati per l’affitto di via Poma.

Rifletto su un Municipio,  unico a Roma,  ancora in attesa di una sede dignitosa,,,

Alla sorte diversa che avrebbe potuto avere il mercato se il suo trasferimento…, se…

Lascio perdere i se, mi accontento che questa piccola emanazione del Municipio esista e, dopo aver concluso la pratica, mi allontano ringraziando le addette.

PS ll piccolo sportello anagrafico di via Riano (a luglio e agosto rimarrà chiuso) eroga esclusivamente i seguenti servizi anagrafici: carte d’identità, certificati a vista e rilascio/sostituzione tessere elettorali ed espleta un orario di servizio ridotto rispetto agli uffici anagrafici.

https://www.comune.roma.it/web/it/municipio-xv-uffici-e-contatti.page?contentId=UFF32922

Sabato 16 Giugno, su Radio Città Futura (97,7 FM) dalle 7,00 alle 8,30

14 giugno 2018

da Massimo Marnetto

Sabato 16 Giugno,

se volete, ci sentiamo  su Radio Città Futura (97,7 FM) dalle 7,00 alle 8,30, per parlare ancora di impegno sociale “invisibile”.

 

Incontreremo (7,10) LE GRU con  M. Vittoria COCUZZOLI che ci spiegherà come hanno organizzato nella loro periferia una rete di sostegno alle famiglie partendo dalla disponibilità di alcune stanze fornite dal Municipio. Dove hanno allestito un Consultorio per la famiglia. Loro vanno in giro a offrire assistenza all’allattamento e danno una mano per prevenire e affiancare chi è a rischio depressione post-partum. Poi tengono i bambini alle giovani ragazze madri che vanno al lavoro fino a quando tornano, facendo anche del doposcuola.

 

Matilede Santarelli, che conduce con me me la trasmissione, racconterà (7,25) l’esperienza del CALCIO SOCIALE , che ha segnato l’inizio del riscatto a Corviale. Sarà poi il momento (7,40) di  ECOPLANNER . Olga ROMANO, une delle animatrici di questa start-up, spiegherà l’impegno per rendere sostenibili gli eventi, con il catering di prodotti stagionali e a km 0; il recupero avanzi; la sartoria per la confezione di vestiti in fibre naturali; ecc.

 

Finiamo (8,10) con il  LABORATORIO PITTURA REBIBBIA. Il Prof. Alessandro REALE ci farà entrare con le sue cronache carcerarie in uno dei più grandi istituti di pena nazionali, per far capire come l’Insegnamento pittura ai detenuti in massima sicurezza sia diventato un terapia per il recupero del senso del presente, “la dimensione che nelle lunghe pene viene rimossa, per non finire aspirati nel mulinello del non-senso, depressione, disperazione”.