Archivio dell'autore

2-3-4 febbraio 2018 a Roma la quarta edizione di Contromafie

17 gennaio 2018

Il prossimo 2-3-4 febbraio 2018 si terrà a Roma la quarta edizione di Contromafie, iniziativa contro mafie e corruzione organizzata da Libera insieme al network di associazioni che essa rappresenta. L’obiettivo è di chiamare a raccolta le migliori forze del nostro Paese per lanciare l’allarme e sollecitare ancora una volta l’attenzione dell’opinione pubblica sui rischi che corre la democrazia per la forte, diffusa e pervicace presenza di mafie e corruzione, nonostante i successi ottenuti sul fronte legislativo e su quello repressivo.

Contromafie rappresenta un momento di confronto tra le Istituzioni e la società civile responsabile, un luogo di dialogo e di presa di posizione, uno spazio nel quale si possa definire il possibile a partire dall’esistente.

Una tre-giorni in cui gli occhi del paese saranno piantati su quanto accadrà sul fronte antimafia, con l’intervento delle più alte cariche istituzionali, un’ampia copertura da parte del servizio RAI ed una massiccia presenza di associazioni, sindacati, amministrazioni pubbliche, scuole, università, cittadini di ogni parte d’Italia e di ogni credo politico.

L?iniziativa prevede due momenti Assembleari (il venerdì 2 e la domenica 4 febbraio) e numerosi momenti di incontro e di confronto (il sabato 3 febbraio), ed il cui programma sarà disponibile a breve sul sito www.contromafie.it

La registrazione è obbligatoria (entro venerdì 19 gennaio) e si può fare a questo link: http://sostieni.libera.it/lim esurvey/index.php?r=survey/ind ex&sid=694343&lang=it

ICONTROMAFIE 2018 – SEMIMARI DEL SABATO 3 FEBBRAIO 2018 (BOZZA)

Area tematica Seminari Tutor
PERSONE Tratta degli esseri umani alle persone usate e abusate (donne, uomini, bambini, transgender) Mirta Da Prà
Minori e mafie Enza Rando
Religioni contro mafie e corruzione Maria Chiara Giorda

Marcello Cozzi

RACCONTI Le buone pratiche del giornalismo italiano contro bavagli e intimidazioni Beppe Giulietti

Vittorio Di Trapani

Lorenzo Frigerio

Parole e immagini contro le mafie Nello Ferrieri
SAPERI Le ingiustizie e i saperi di giustizia Vanessa Pallucchi
I luoghi e le pratiche dei saperi Salvatore Rizzo
I saperi al lavoro Michele Gagliardo
ECONOMIE Corruzione e codice antimafia Alberto Vannucci

Francesco Menditto

Davide Pati

Economie di vita al servizio delle persone Valentina Fiore

Lucio Cavazzoni

I traffici internazionali delle mafie Nando dalla Chiesa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Elezioni politiche 2018, si vota il 4 marzo.

16 gennaio 2018

 

Il 28 dicembre 2017 il Presidente della Repubblica ha firmato il decreto di scioglimento del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati.

Nella stessa data il Presidente della Repubblica ha firmato i seguenti provvedimenti:

  • decreto di convocazione dei comizi per le elezioni della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica;
  • decreto di assegnazione alle regioni del territorio nazionale e ai collegi plurinominali di ciascuna regione nonché alle ripartizioni della circoscrizione Estero del numero dei seggi spettanti per l’elezione del Senato della Repubblica;
  • decreto di assegnazione alle circoscrizioni elettorali del territorio nazionale e ai collegi plurinominali di ciascuna circoscrizione nonché alle ripartizioni della circoscrizione Estero del numero dei seggi spettanti per l’elezione della Camera dei Deputati.

La prima riunione delle Camere avrà luogo il giorno 23 marzo 2018.

La nuova legge elettorale

Decreto di scioglimento del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati

Decreto di convocazione dei comizi elettorali

F.A.Q.
Domande frequenti

Risposte e chiarimenti alle domande più frequenti degli elettori

Istruzioni e adempimenti
per le operazioni elettorali

Documenti, pubblicazioni e informazioni inerenti le istruzioni per le operazioni elettorali e i vari adempimenti preparatori del procedimento elettorale

–>

Aggiornamenti

10 gennaio 2018

Elettori all’estero

Elenco elettori residenti all’estero. Domande dei temporanei all’estero. Adempimenti.

Scadenza presentazione opzione:
31 Gennaio 2018

3 gennaio 2018

Decreto di scioglimento

Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2017, n.208.
Scioglimento del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati.

3 gennaio 2018

Assegnazione seggi Camera dei deputati

Assegnazione alle circoscrizioni elettorali del territorio nazionale e ai collegi plurinominali di ciascuna circoscrizione nonché alle ripartizioni della circoscrizione Estero del numero dei seggi spettanti per l’elezione della Camera dei deputati.

3 gennaio 2018

Assegnazione seggi Senato della Repubblica

Assegnazione alle regioni del territorio nazionale e ai collegi plurinominali di ciascuna regione nonché alle ripartizioni della circoscrizione Estero del numero dei seggi spettanti per l’elezione del Senato della Repubblica.

http://elezioni.interno.it/

E scattata la par condicio

Elezioni politiche 2018 isposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parità di accesso ai mezzi di informazione relative alle campagne per le elezioni della Camera dei d

Delibera 1-18-CONS(1)

Per approfondimenti e per notizie  sulle elezioni regionali in Lombardia, Lazio, ecc. rinviamo al prossimo post.

Ricevuto da Massimo Marnetto

2 gennaio 2018

Quando una donna dice basta all’ingiustizia, il mondo fa un salto di civiltà.

 

E’ quello che sta succedendo in Iran, dove una ragazza ha protestato contro il velo obbligatorio e lo ha sventolato su un bastone in pieno centro di Teheran, rilanciando nel suo paese la rivolta che da anni porta avanti l’esule iraniana Masih Alinejad. Un gesto di disubbidienza civile, che ricorda quello di Rosa Parks, la ragazza afroamericana, che nel 1955 si rifiutò di cedere il posto a un bianco e diede vita alla lotta per i diritti civili dei neri americani.

 

Ogni volta che vengo a conoscenza di trasgressioni di donne coraggiose contro divieti ingiusti, mi viene sempre in mente la riabilitazione che dobbiamo a Eva. Condannata da un barbuto proto-bigottismo  per la cacciata dall’eden e motivazione teologica per secoli di oppressione della donna. Eva invece è l’immagine di una donna intelligente e per questo curiosa, a cui non basta vivere di frutta e avere un posto fisso, perché vuole sviluppare il dono della conoscenza. E corre il rischio che il capire comporta. Rompe un equilibrio angusto e inaugura la laicità. Che non è antitesi alla spiritualità, ma la libertà di arrivarci capendo, non ubbidendo. E pagandone il prezzo.

 

Massimo Marnetto

RACCONTI IN MARE APERTO Storie di cura nella vita quotidiana di Serena Dinelli

25 dicembre 2017

0915 RCCONTI MARE APERTO copertina

RACCONTI IN MARE APERTO Storie di cura nella vita quotidiana

 Il racconto di casi clinici può diventare appassionante per ogni lettore. E succede così con queste storie ricche di pathos e di sorprese, frutto di una insolita lunga esperienza di psicologia clinica fatta fuori dell’ambulatorio, lì dove le persone vivono. Sono incontri con persone ogni volta diverse, ognuna colta nel vivo della sua rete di relazioni e dei cambiamenti della società: la famiglia ipertecnologica, la bimbetta ‘difficile’; l’adolescente immigrata; l’insegnante che ha perso il controllo della classe o la famiglia italiana che ha smarrito le proprie radici culturali; il ragazzino vittima di bullismo; i pasticci che nascono con le tecnologie della comunicazione, o la caotica famiglia sottoproletaria…

In un arco di tempo che va dagli anni ’70, a partire dall’antipsichiatria, agli anni 2000 della comunicazione on line, le storie si intrecciano con spunti autobiografici dell’A. e ci introducono al lavoro che il terapeuta fa dentro di sé mentre cerca come dialogare. Si scopre così la creatività generativa della relazione e il potenziale di auto-guarigione degli esseri viventi.

Una breve parte conclusiva mette in luce vari temi che attraversano i racconti: lo sguardo, il corpo, il contesto; la “danza terapeutica”; il lavoro clinico in momenti critici; il cambiamento culturale.

Conclude il libro una conversazione sull’intuizione e sulla leggerezza tra l’A. e Sergio Boria, Presidente dell’AIEMS (Associazione Italiana di Metodologia e Epistemologia Sistemiche).

Serena Dinelli ha lavorato a lungo come psicologa clinica in servizi per la famiglia, l’infanzia e l’adolescenza, spesso in contesti extra-ambulatoriali e con un’attenzione ai cambiamenti legati alle tecnologie dell’informazione. E’ membro del Direttivo dell’AIEMS, della redazione della rivista Riflessioni sistemiche, del Circolo Bateson di Roma, e dell’Advisory Board dell’International Bateson Institute di Stoccolma. Tra le sue pubblicazioni, Asili nido oggi, (con R.Pensato e N. Dore), Emme, 1978; La macchina degli affetti: dalla televisione ad altre tecnologie dell’emozione, F. Angeli, 2000; La trasformazione silenziosa: donne e ICT in Italia, (con G. Pacifici), edizioni CNEL, 2001; Tutto il mondo è teatro: l’animazione dei ruoli sulle scene della vita, (con S.Rossi), Anicia 2016. E’ attiva nel movimento delle donne. Con la firma Dominko le piace praticare la grafica e l’arte visiva, ha realizzato copertine per editori italiani e stranieri e creato le immagini per tre libri con Longanesi, Mc Graw Hill e Jacobelli editore.

Al Responsabile della IKEA di Corsico (MI) (email: rpit@ikea.com)

29 novembre 2017

Riceviamo e divulgiamo:

Al Responsabile della IKEA di Corsico (MI)  (email: rpit@ikea.com)

 

Ho letto sui giornali – insieme a molti altri cittadini – che nella vostra sede Ikea di Corsico (MI)  è stata licenziata Marica Ricutti,  separata, con due figli minori, di cui uno disabile. La sua  “colpa” sarebbe quella di aver chiesto orari compatibili con la propria complicata situazione familiare, da affrontare da sola.

 

I suoi colleghi si sono mobilitati. Anche molti di noi cittadini siamo pronti a fare lo sciopero degli acquisti natalizi all’Ikea.

 

Questa decisione è opposta all’immagine che in molti avevamo percepito della vostra azienda, attenta alla propria responsabilità sociale. Se non siete più così, non comprerò più i vostri prodotti. E non sarò il solo. Se invece questo è un “incidente di gestione”, vi chiedo di revocare il licenziamento della lavoratrice Marica Ricutti e di concordare un orario che le consenta di gestire la sua faticosa giornata.

Con vigilanza democratica,

Massimo Marnetto – Roma

Approvata @webtax, serve per tutela piccole imprese

26 novembre 2017

Approvata al @senato la riformulazione dell’emendamento di Massimo Mucchetti sulla introduzione in Italia di una #webtax alla #manovradibilancio.
Entra in vigore dal 1 gennaio 2018 e si prevedono entrate a regime di 114 milioni di euro di maggior gettito a partire dal 2019.
Con webtax (o web tax) si indica la proposta di legge che punta, nell’era dell’economia digitale, alla regolamentazione della tassazione per le multinazionali che operano in Rete, con l’obiettivo di garantire equità fiscale e concorrenza leale. Il web ha introdotto la necessità di introdurre una nuova modalità di tassazione sulla transazione digitale che non corrisponde più ai confini degli stati. Un’impresa può stare dunque in uno stato a bassa tassazione e competere nella vendita di un prodotto in uno stato con diversa tassazione avvantaggiandosi rispetto alle imprese residenti, generando cosi una concorrenza sleale sul mercato locale. L’Europa discute da diverso tempo sulla necessità di intervenire unitariamente…

View original post 325 altre parole

L’Italia è contro la violenza maschile sulle donne? O ne è complice? Lo chiedono Rete per la Parità e DonneinQuota

25 novembre 2017

 

Comunicato stampa Audizione Commne Vig – 2017 def con loghi (2)

Mentre la Commissione parlamentare di Vigilanza Rai esamina lo schema di Contratto per il Servizio televisivo pubblico, a Firenze due studentesse americane sono sottoposte a lunghi interrogatori e, secondo gli avvocati difensori dei due carabinieri autori dei presunti stupri, dovrebbero anche rispondere a domande che il giudice ha ritenuto inaccettabili.
Perché l’Ordine degli avvocati non interviene?
Nulla è cambiato dai tempi di Processo per stupro, eppure proprio in questi giorni la Sottosegretaria Maria Elena Boschi con delega alle Pari Opportunità ha presentato il Piano nazionale straordinario contro la violenza 2017-2020, che contiene anche indicazioni sui processi per stupro e la responsabilità dei media, in ottemperanza alla Convenzione di Istanbul.
Aumenteranno le denunce e le telefonate al 1522 da parte di donne che vedono gli spot trasmessi in questi giorni, o le donne continueranno a tacere per il timore di essere sottoposte a martellanti e mortificanti interrogatori?
Giornaliste e giornalisti, a partire da quelli che lavorano in RAI, si adegueranno al manuale «Stop violenza: le parole per dirlo», di GiULiA Giornaliste Unite Libere Autonome e al “Manifesto per il rispetto e la parità di genere nell’informazione. Contro ogni forma di violenza e discriminazione. Attraverso parole e immagini», che sarà presentato oggi da Cpo Fnsi, Cpo Usigrai e associazione GiULiA a Venezia, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne?
E quali dovrebbero essere i compiti dei mass media in generale e del servizio pubblico radiotelevisivo e digitale nei confronti delle donne?
Se lo chiedono Donatella Martini Ciampella – DonneinQuota e Rosanna Oliva de Concilis – Rete per la Parità, che In sede di audizione presso la Commissione Parlamentare di Vigilanza Rai, quattro giorni fa, il 21 novembre, hanno avanzato una serie di proposte migliorative dello schema di Contratto di Servizio Rai in discussione in questo periodo, per garantire un servizio pubblico che rispetti la dignità delle donne e promuova il loro empowerment.
Oltre all’uso di un linguaggio che non nasconda le donne, all’attenzione all’Agenda Onu 2030 per lo sviluppo sostenibile e alla composizione paritaria nelle varie commissioni, comitati, osservatori e strutture previsti dal Contratto, le due associazioni si sono concentrate sulla qualità del monitoraggio annuale, che va migliorato in collaborazione con il Dipartimento Pari Opportunità, e soprattutto sulle conseguenti azioni correttive sui palinsesti, mai esercitate.
Le associazioni chiedono anche maggiore attenzione allo sport femminile e al ruolo delle donne nella storia, con libero accesso alle Teche Rai, un bilancio non solo sociale ma anche di genere, il contrasto agli stereotipi di genere, una quota del finanziamenti riservata ad opere preposte ed, infine, la par condicio di genere tutto l’anno, in tutti i programmi.
Milano e Roma, 25 novembre 2017
Per contatti: info@donneinquota.org – segreteria.reteperlaparita@gmail.com 3356161043 – 33886705939

 

Dopo 14 anni di battaglie anche la Sardegna ha norme di garanzia di genere nella legge elettorale

23 novembre 2017

Sardegna. Il Consiglio regionale ha votato per l’inserimento  della doppia preferenza di genere nella legge elettorale statutaria. Voti favorevoli 49, contrari: 2. Alle prossime elezioni regionali, dunque, i sardi avranno la possibilità di esprimere due preferenze (la seconda di genere diverso).

L’Aula ha superato lo scoglio del voto segreto che è stato chiesto per ben quattro volte, la prima sul passaggio degli articoli, la seconda e la terza su due emendamenti e la quarta sul testo dell’articolo sulla doppia preferenza. La legge approvata introduce anche il principio che prevede la parità al 50% nella compilazione delle liste e un numero di candidati pari (maggiorato di un’unità) anche nelle circoscrizioni con seggi dispari. La doppia preferenza ottiene il via libera quattro anni dopo il 2013, quando venne affossata dall’Assemblea che anche in quell’occasione fece ricorso al voto segreto. Legge elettorale

Ballottaggio Ostia. Vince la candidata M5S

20 novembre 2017

Riceviamo e pubblichiamo:

Ostia, Giuliana Di Pillo (M5S) è la Presidente del Municipio X

Oggi 19 novembre al ballottaggio per la Presidente del X Municipio ha vinto  la candidata Giuliana Di Pillo (M5S) , che ha prevalso   sulla candidata Monica Picca (FdI, Noi con Salvini, FI e altri) con il 59,6% contro 40,4%.  Ancora più pesante del primo turno il bilancio delle astensioni, l’affluenza è scesa al  33,6%, 62mila elettori su 180mila, 2,5 punti percentuali in meno rispetto a 15 giorni fa, nonostante le manifestazioni contro la mafia in seguito all’aggressione del giornalista Rai di qualche giorno fa.  Una flessione anche dei voti pentastellati, che se – naturalmente – hanno conquistato voti rispetto al primo turno passamdo da 19.777 voti a 35.691 voti, ne hanno persi quasi la metà rispetto alle elezioni comunali del  2016, quando nello stesso territorio i consensi per Virginia Raggi furono 69.869. In calce  le informazioni sulla neo eletta che ha sottoscritto la nostra Carta della candidata trasparente,  e il link al sito dove  sono indicate, oltre alla sua dettagliata biografia, le biografie dei candidati della sua lista e dei membri della sua squadra, oltre al programma elettorale. [dobbiamo tuttavia rilevare che la Di Pillo non ha completato gli impegni della Carta, perché sul sito non abbiamo trovato indicazioni sui  finanziamenti elettorali] AMBM

Giuliana Di Pillo è stata scelta da 71 iscritti nel corso di un’assemblea . La Di Pillo è un’insegnante di sostegno della scuola media, ha fatto parte del direttivo del Comitato Parco della Vittoria, del Coordinamento Cittadino per l’Integrazione del Disabile ed è stata uno dei fondatori dell’Associazione Ostia che Cammina, prima di diventare consigliera municipale al X Municipio per M5S e in seguito , delegata della sindaca Virginia Raggi al litorale.

GIULIANA DI PILLO HA SOTTOSCRITTO LA CARTA DELLA CANDIDATA TRASPARENTE DI CARTEINREGOLA (VAI ALLA PAGINA con le adesioni alla Carta per le eleizoni del X Municipio )

candidati della lista (con biografie):http://www.giulianadipillopresidente.it/p/la-mia-squadra.html

la squadra (con nomi e alle biografie degli assessori) http://www.giulianadipillopresidente.it/p/i-miei-assessori.html

Programma: http://www.giulianadipillopresidente.it/p/programma.html

> Vai al video 4 domande di Roma Today 30 ottobre 2017 http://ostia.romatoday.it/ostia/giuliana-di-pillo-elezioni-video-intervista.html

> Vedi anche il nostro post Diario della campagna elettorale del Municipio X

Per osservazioni e precisazioni: laboratoriocarteinregola@gmail.com

così al primo turno:

Prevenire la violenza: Donne forza 8 presso lo Spazio attivo di BIC Lazio

15 novembre 2017

Lunedì 20 novembre, ore 15,30, presso lo Spazio attivo Roma di BIC Lazio, in via Casilina 3/T (ex Pantanella)  partecipate al tavolo di lavoro per analizzare, discutere e sviluppare proposte a 360 gradi per il contrasto alla violenza di genere attraverso lo sviluppo di progetti di empowerment.

20 novembre al BIC Lazio