Archive for novembre 2017

Al Responsabile della IKEA di Corsico (MI) (email: rpit@ikea.com)

29 novembre 2017

Riceviamo e divulgiamo:

Al Responsabile della IKEA di Corsico (MI)  (email: rpit@ikea.com)

 

Ho letto sui giornali – insieme a molti altri cittadini – che nella vostra sede Ikea di Corsico (MI)  è stata licenziata Marica Ricutti,  separata, con due figli minori, di cui uno disabile. La sua  “colpa” sarebbe quella di aver chiesto orari compatibili con la propria complicata situazione familiare, da affrontare da sola.

 

I suoi colleghi si sono mobilitati. Anche molti di noi cittadini siamo pronti a fare lo sciopero degli acquisti natalizi all’Ikea.

 

Questa decisione è opposta all’immagine che in molti avevamo percepito della vostra azienda, attenta alla propria responsabilità sociale. Se non siete più così, non comprerò più i vostri prodotti. E non sarò il solo. Se invece questo è un “incidente di gestione”, vi chiedo di revocare il licenziamento della lavoratrice Marica Ricutti e di concordare un orario che le consenta di gestire la sua faticosa giornata.

Con vigilanza democratica,

Massimo Marnetto – Roma

Approvata @webtax, serve per tutela piccole imprese

26 novembre 2017

Approvata al @senato la riformulazione dell’emendamento di Massimo Mucchetti sulla introduzione in Italia di una #webtax alla #manovradibilancio.
Entra in vigore dal 1 gennaio 2018 e si prevedono entrate a regime di 114 milioni di euro di maggior gettito a partire dal 2019.
Con webtax (o web tax) si indica la proposta di legge che punta, nell’era dell’economia digitale, alla regolamentazione della tassazione per le multinazionali che operano in Rete, con l’obiettivo di garantire equità fiscale e concorrenza leale. Il web ha introdotto la necessità di introdurre una nuova modalità di tassazione sulla transazione digitale che non corrisponde più ai confini degli stati. Un’impresa può stare dunque in uno stato a bassa tassazione e competere nella vendita di un prodotto in uno stato con diversa tassazione avvantaggiandosi rispetto alle imprese residenti, generando cosi una concorrenza sleale sul mercato locale. L’Europa discute da diverso tempo sulla necessità di intervenire unitariamente…

View original post 325 altre parole

L’Italia è contro la violenza maschile sulle donne? O ne è complice? Lo chiedono Rete per la Parità e DonneinQuota

25 novembre 2017

 

Comunicato stampa Audizione Commne Vig – 2017 def con loghi (2)

Mentre la Commissione parlamentare di Vigilanza Rai esamina lo schema di Contratto per il Servizio televisivo pubblico, a Firenze due studentesse americane sono sottoposte a lunghi interrogatori e, secondo gli avvocati difensori dei due carabinieri autori dei presunti stupri, dovrebbero anche rispondere a domande che il giudice ha ritenuto inaccettabili.
Perché l’Ordine degli avvocati non interviene?
Nulla è cambiato dai tempi di Processo per stupro, eppure proprio in questi giorni la Sottosegretaria Maria Elena Boschi con delega alle Pari Opportunità ha presentato il Piano nazionale straordinario contro la violenza 2017-2020, che contiene anche indicazioni sui processi per stupro e la responsabilità dei media, in ottemperanza alla Convenzione di Istanbul.
Aumenteranno le denunce e le telefonate al 1522 da parte di donne che vedono gli spot trasmessi in questi giorni, o le donne continueranno a tacere per il timore di essere sottoposte a martellanti e mortificanti interrogatori?
Giornaliste e giornalisti, a partire da quelli che lavorano in RAI, si adegueranno al manuale «Stop violenza: le parole per dirlo», di GiULiA Giornaliste Unite Libere Autonome e al “Manifesto per il rispetto e la parità di genere nell’informazione. Contro ogni forma di violenza e discriminazione. Attraverso parole e immagini», che sarà presentato oggi da Cpo Fnsi, Cpo Usigrai e associazione GiULiA a Venezia, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne?
E quali dovrebbero essere i compiti dei mass media in generale e del servizio pubblico radiotelevisivo e digitale nei confronti delle donne?
Se lo chiedono Donatella Martini Ciampella – DonneinQuota e Rosanna Oliva de Concilis – Rete per la Parità, che In sede di audizione presso la Commissione Parlamentare di Vigilanza Rai, quattro giorni fa, il 21 novembre, hanno avanzato una serie di proposte migliorative dello schema di Contratto di Servizio Rai in discussione in questo periodo, per garantire un servizio pubblico che rispetti la dignità delle donne e promuova il loro empowerment.
Oltre all’uso di un linguaggio che non nasconda le donne, all’attenzione all’Agenda Onu 2030 per lo sviluppo sostenibile e alla composizione paritaria nelle varie commissioni, comitati, osservatori e strutture previsti dal Contratto, le due associazioni si sono concentrate sulla qualità del monitoraggio annuale, che va migliorato in collaborazione con il Dipartimento Pari Opportunità, e soprattutto sulle conseguenti azioni correttive sui palinsesti, mai esercitate.
Le associazioni chiedono anche maggiore attenzione allo sport femminile e al ruolo delle donne nella storia, con libero accesso alle Teche Rai, un bilancio non solo sociale ma anche di genere, il contrasto agli stereotipi di genere, una quota del finanziamenti riservata ad opere preposte ed, infine, la par condicio di genere tutto l’anno, in tutti i programmi.
Milano e Roma, 25 novembre 2017
Per contatti: info@donneinquota.org – segreteria.reteperlaparita@gmail.com 3356161043 – 33886705939

 

Dopo 14 anni di battaglie anche la Sardegna ha norme di garanzia di genere nella legge elettorale

23 novembre 2017

Sardegna. Il Consiglio regionale ha votato per l’inserimento  della doppia preferenza di genere nella legge elettorale statutaria. Voti favorevoli 49, contrari: 2. Alle prossime elezioni regionali, dunque, i sardi avranno la possibilità di esprimere due preferenze (la seconda di genere diverso).

L’Aula ha superato lo scoglio del voto segreto che è stato chiesto per ben quattro volte, la prima sul passaggio degli articoli, la seconda e la terza su due emendamenti e la quarta sul testo dell’articolo sulla doppia preferenza. La legge approvata introduce anche il principio che prevede la parità al 50% nella compilazione delle liste e un numero di candidati pari (maggiorato di un’unità) anche nelle circoscrizioni con seggi dispari. La doppia preferenza ottiene il via libera quattro anni dopo il 2013, quando venne affossata dall’Assemblea che anche in quell’occasione fece ricorso al voto segreto. Legge elettorale

Ballottaggio Ostia. Vince la candidata M5S

20 novembre 2017

Riceviamo e pubblichiamo:

Ostia, Giuliana Di Pillo (M5S) è la Presidente del Municipio X

Oggi 19 novembre al ballottaggio per la Presidente del X Municipio ha vinto  la candidata Giuliana Di Pillo (M5S) , che ha prevalso   sulla candidata Monica Picca (FdI, Noi con Salvini, FI e altri) con il 59,6% contro 40,4%.  Ancora più pesante del primo turno il bilancio delle astensioni, l’affluenza è scesa al  33,6%, 62mila elettori su 180mila, 2,5 punti percentuali in meno rispetto a 15 giorni fa, nonostante le manifestazioni contro la mafia in seguito all’aggressione del giornalista Rai di qualche giorno fa.  Una flessione anche dei voti pentastellati, che se – naturalmente – hanno conquistato voti rispetto al primo turno passamdo da 19.777 voti a 35.691 voti, ne hanno persi quasi la metà rispetto alle elezioni comunali del  2016, quando nello stesso territorio i consensi per Virginia Raggi furono 69.869. In calce  le informazioni sulla neo eletta che ha sottoscritto la nostra Carta della candidata trasparente,  e il link al sito dove  sono indicate, oltre alla sua dettagliata biografia, le biografie dei candidati della sua lista e dei membri della sua squadra, oltre al programma elettorale. [dobbiamo tuttavia rilevare che la Di Pillo non ha completato gli impegni della Carta, perché sul sito non abbiamo trovato indicazioni sui  finanziamenti elettorali] AMBM

Giuliana Di Pillo è stata scelta da 71 iscritti nel corso di un’assemblea . La Di Pillo è un’insegnante di sostegno della scuola media, ha fatto parte del direttivo del Comitato Parco della Vittoria, del Coordinamento Cittadino per l’Integrazione del Disabile ed è stata uno dei fondatori dell’Associazione Ostia che Cammina, prima di diventare consigliera municipale al X Municipio per M5S e in seguito , delegata della sindaca Virginia Raggi al litorale.

GIULIANA DI PILLO HA SOTTOSCRITTO LA CARTA DELLA CANDIDATA TRASPARENTE DI CARTEINREGOLA (VAI ALLA PAGINA con le adesioni alla Carta per le eleizoni del X Municipio )

candidati della lista (con biografie):http://www.giulianadipillopresidente.it/p/la-mia-squadra.html

la squadra (con nomi e alle biografie degli assessori) http://www.giulianadipillopresidente.it/p/i-miei-assessori.html

Programma: http://www.giulianadipillopresidente.it/p/programma.html

> Vai al video 4 domande di Roma Today 30 ottobre 2017 http://ostia.romatoday.it/ostia/giuliana-di-pillo-elezioni-video-intervista.html

> Vedi anche il nostro post Diario della campagna elettorale del Municipio X

Per osservazioni e precisazioni: laboratoriocarteinregola@gmail.com

così al primo turno:

Prevenire la violenza: Donne forza 8 presso lo Spazio attivo di BIC Lazio

15 novembre 2017

Lunedì 20 novembre, ore 15,30, presso lo Spazio attivo Roma di BIC Lazio, in via Casilina 3/T (ex Pantanella)  partecipate al tavolo di lavoro per analizzare, discutere e sviluppare proposte a 360 gradi per il contrasto alla violenza di genere attraverso lo sviluppo di progetti di empowerment.

20 novembre al BIC Lazio

Allo Spallanzani- Roma- Dal 20 al 24 novembre, test rapido HIV gratuito ed anonimo

15 novembre 2017

L’INMI Spallanzani aderisce alla European HIV Testing Week comunicato stampa HIV TESTING WEEK – Spallanzani

Dal 20 al 24 novembre, test rapido HIV gratuito ed anonimo

 In occasione della settimana europea del Test HIV e della giornata mondiale di lotta all’AIDS il poliambulatorio del CRAIDS – “stanza 13” – dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive L. Spallanzani prolunga ed integra la propria attività quotidiana di routine offrendo consulenza ed esecuzione del test rapido HIV. Il test, offerto in anonimato e gratuitamente, sarà preceduto da un colloquio mirato a fornire informazioni sul virus dell’HIV e spiegazioni sulle caratteristiche del test e sul suo funzionamento.

Il test rapido verrà effettuato con prelievo capillare attraverso una puntura con un pungidito per prelevare una goccia di sangue. Il risultato, pronto in 20 minuti, verrà comunicato da uno dei medici del CRAIDS al momento.

Il CRAIDS sarà a disposizione di chiunque voglia effettuare il test rapido nei pomeriggi della settimana che va da lunedì 20 a venerdì 24 novembre, ed inoltre venerdì 1 dicembre in occasione della giornata Mondiale di Lotta all’AIDS, dalle ore 17.00 alle 19.00.

 Roma, 15/11/2017

_________________________________________

Irene Acinapura

Ufficio Comunicazione INMI L. Spallanzani

Via Portuense, 292

Roma, 00149

06 55170822 – 334 6722305

comunicazione@inmi.it

 

 

 

Un Autografo per sostenere la ricerca

Dona il tuo 5×1000 alla ricerca
INMI Spallanzani
Cod. Fisc. 05080991002

Regione Lazio. Approvata all’unanimità la nuova legge elettorale

14 novembre 2017

Regione Lazio. Approvata all’unanimità la nuova legge elettorale

Cancellato il listino e introdotta la parità di genere. Divieto di terzo mandato per il presidente. Spazio ad almeno un eletto per ogni provincia. Ineleggibili i sindaci sopra i 20 mila abitanti.

27/10/2017 – Scompare il listino. Introdotte la parità di genere e la garanzia di almeno un consigliere regionale per ogni provincia. Istituito il divieto del terzo mandato consecutivo per il presidente della Regione. Elezioni entro tre mesi in caso di scioglimento anticipato del Consiglio. Ampliati i casi di esenzione dall’obbligo di raccogliere le firme per la presentazione delle liste elettorali. Sancita l’ineleggibilità dei sindaci dei comuni con più di 20 mila abitanti. Sono queste le principali novità introdotte dal Consiglio regionale con l’approvazione all’unanimità (44 voti a favore su 44 votanti) della proposta n. 372 di riforma della legge elettorale del Lazio. Dichiarazioni di voto a favore da parte di tutti i gruppi, sebbene con alcuni distinguo, e in gran parte manifestando soddisfazione per l’avvenuta abolizione del listino.

La principale innovazione è infatti questa: è stata cancellata dalla legge la lista di 10 consiglieri collegati al presidente vincitore che entravano alla Pisana senza aver bisogno di preferenze. L’80 per cento dei seggi continuerà, comunque a essere assegnato con metodo proporzionale, il restante 20 per cento sarà attribuito, come premio, direttamente alle liste circoscrizionali che sostengono il presidente e non più, come accaduto fino a oggi, attraverso il “listino”. Gino De Paolis (Insieme per il Lazio) a questo proposito ha voluto spendere delle parole per i colleghi eletti nel listino, di cui ha avuto occasione, ha detto, di rimarcare “l’abnegazione e la generosità” in questi anni. Ciononostante si è detto favorevole a questa decisione, che sarà ricordata, ha aggiunto, come un risultato della presidenza Zingaretti. Bocciati gli emendamenti del M5s che puntavano a introdurre nel Lazio il doppio turno e uno sbarramento al 3 per cento per i gruppi di liste.
(more…)

Le elette all’Assemblea regionale siciliana

14 novembre 2017

Quante e chi sono le deputate elette all’Assemblea regionale siciliana lo scorso 5 novembre, resoconto di Daniela Domenici

 

I/le 70 deputati/e eletti/e all’Assemblea regionale siciliana sono così suddivisi/e: 16 in provincia di Palermo, 13 a Catania, 8 a Messina, 6 ad Agrigento, 5 a Siracusa e Trapani, 4 a Ragusa, 3 a Caltanissetta, 2 a Enna. Dei restanti otto seggi uno spetta al/la presidente eletto/a, sei alla lista regionale del/la candidato/a presidente (il cosiddetto listino) e il seggio restante è del/la candidato/a governatore/rice arrivato/a secondo/a nelle preferenze.

Le deputate elette sono state 15 sul totale di 70, rappresentano quindi il 21,4%.

7 appartengono al M5S, 3 a FI, 2 all’UDC, 1 al PD, 1 a Popolari e Autonomisti – Idea Sicilia e 1 a Fratelli d’Italia – Noi con Salvini.

Eccole:

  • Marianna Caronia – FI – prov. di Palermo
  • Roberta Schillaci – M5S – prov di Palermo
  • Margherita La Rocca Ruvolo – UDC – prov di Agrigento
  • Stefania Campo – M5S – prov di Ragusa
  • Angela Foti – M5S – prov di Catania
  • Gianina Ciancio – M5S – prov di Catania
  • Elena Pagana – M5S – prov di Enna
  • Luisa Lantieri – PD – prov di Enna
  • Valentina Zafarana – M5S – prov di Messina
  • Rossana Cannata – FI – prov di Siracusa
  • Eleonora Lo Curto – UDC – prov di Trapani
  • Valentina Palmeri – M5S – prov di Trapani
  • Bernadette Grasso – FI – listino
  • Giusy Savarino – Popolari e autonomisti idea Sicilia – listino
  • Elvira Amata – Fratelli d’Italia noi con Salvini – listino
 https://danielaedintorni.com/2017/11/12/quante-e-chi-sono-le-deputate-elette-allassemblea-regionale-siciliana-lo-scorso-5-novembre-resoconto-di-daniela-domenici/