Archive for dicembre 2015

Auguri

31 dicembre 2015

Video-auguri-2016

Annunci

Auguri!

25 dicembre 2015

Auguri di Buon Natale e Buon 2016

by aspettarestanca

Lavorare per un mondo migliore per tutte e tutti è la felicità più a portata di mano.

Felice Natale e Felice  Anno Nuovo di impegno

Con l’occasione vi invitiamo ad andare sul sito della Rete per la Parità

http://www.reteperlaparita.it/

e utilizzare Lascia la tua mail per ricevere notizie dal sito

per ricevere sulla vostra posta elettronica gli aggiornamenti, che comprendono anche alcuni post di Aspettare stanca.

 

Scarpette rosse

25 dicembre 2015

Sono con alcune amiche in viaggio in Turchia, nel 2000.
Appena superata la porta dell’antica cittadella di Ankara, un gruppetto di bambini ci viene incontro, il più piccolo, con un pigiamino celeste, non ha più di quattro anni.
La più grande che non ne ha più di sette, li mette in fila, ne fa arretrare qualcuno e sembra avere una certa autorità su tutti.
Ci chiedono “bon bon”, poi in inglese domandano il nostro nome, e quando ci dicono il loro non riesco a memorizzarne nessuno, neanche quello della più grandina, che mi colpisce per la grazia unita al piglio autoritario. Ci seguono per tutta la visita.
Cercano di indurci a comprare i lavori all’uncinetto ed i fazzoletti che donne e ragazze ci offrono lungo il percorso.
Mentre facciamo una piccola sosta sedute su un muretto, la piccola si sfila le scarpette di tela rossa, troppo piccole, bucate in corrispondenza degli alluci, e le risistema sui piedini doloranti.
Dopo poco eccola di nuovo vivace e allegra, aggiusta con gesti sicuri di piccola donna una sciarpa intorno alla testa di una del gruppo, che si accinge a entrare nell’antica moschea; è sempre lei che, seduta accanto a me, apre la mia guida del museo e con delicatezza gira le pagine ammirando le foto.
Ho l’impressione che non sappia ancora leggere, mi ricorda una foto che mi ritrae a quattro anni seduta sul pavimento della nostra luminosa casa di Napoli, con un piccolo libro tra le mani ed un’espressione contenta e fiera.
Vorrei tanto regalarle un paio di scarpe adatte ai suoi piedini cresciuti, ma soprattutto vorrei che le fosse possibile studiare e utilizzare l’intelligenza e l’interesse per la vita che le sono toccati in dono.
Un’altra amica commenta: forse questi bambini sono più felici dei nostri.
Non sono d’accordo e penso al loro futuro.
Rileggo quanto ho scritto anni fa  e mi chiedo che destino abbiano avuto la bambina di allora, ormai una giovane donna, e i suoi amici, in un paese in guerra.

Osservatorio per la Legalità nel XV Municipio di Roma

25 dicembre 2015
Su iniziativa della consigliera Lucia Mosiello è stata approvata dal Cnsiglio del Municipio Roma XV, la delibera per l’istituzione dell’Osservatorio per la Legalità.
“L’organismo nasce con l’obiettivo di creare in Municipio uno spazio di discussione sui temi della legalità, attraverso la promozione di iniziative e di progetti culturali di sensibilizzazione alla legalità da attuare con il supporto dei rappresentanti delle Consulte, delle associazioni, dei comitati di quartiere e dei privati cittadini.
Un luogo di confronto e di diffusione della cultura della legalità che consentirà a tutti i cittadini di poter disporre di uno strumento consultivo nei confronti dell’amministrazione e che va ad aggiungersi alle tante iniziative promosse dal Quindicesimo e finalizzate alla trasparenza sulla vita amministrativa del Municipio.
“Nel novembre del 2014 si svolgeva nel Municipio XV al Gran Teatro l’evento Giovani contro le Mafie, un progetto che ha visto la partecipazione di tutte le scuole del nostro territorio allo spettacolo messo in scena dagli studenti dell’Istituto Machiavelli per affermare i principi della legalità, della condivisione, della cultura e della partecipazione e ribadire la loro importanza quali efficaci strumenti in grado di contrastare le illegalità e le mafie – spiega la Presidente della Commissione Partecipazione del Municipio Roma XV e firmataria della proposta Lucia Mosiello – Soltanto qualche giorno dopo la nostra città veniva investita dai fatti di Mafia Capitale ed immediata si verificava la risposta della società civile, della politica, dei comitati, delle associazioni e dei cittadini, con l’organizzazione della manifestazione Spiazziamoli nel dicembre del 2014 a Ponte Milvio.
Dalla consapevolezza che soltanto tramite la partecipazione e la trasparenza si possa consolidare e rafforzare la cultura della legalità è successivamente nata l’ipotesi di creare l’Osservatorio, al quale potranno afferire i rappresentanti della Consulta della Scuola, delle Associazione di categoria, di Enti ed Associazioni o Comitati del territorio, oltre che il Presidente del Municipio e i Consiglieri che ne faranno richiesta”.
Roma XV”

Anche nel Municipio Roma XV il servizio di Car Sharing

25 dicembre 2015

Approda anche nel Municipio Roma XV il servizio di Car Sharing gestito da Roma Servizi per la Mobilità. Da oggi è possibile usufruire di due nuove postazioni, ognuna dotata di due posti, localizzati in via Imperiali di Francavilla angolo Orti della Farnesina e Corso Francia 183.

Un risultato importante per il territorio, specie in considerazione dell’aumento costante di questi ultimi mesi del livello di inquinamento atmosferico nella città di Roma: la flotta dei veicoli car sharing, infatti, è conforme ai limiti emissivi disposti dalle norme vigenti più recenti (EURO 5/6) ed è dotata dei sistemi più aggiornati per l’abbattimento delle sostanze inquinanti.

A partire dalla nascita del servizio, nel 2005, con l’obiettivo di coprire tutte le tipologie di utilizzo, sono stati introdotti veicoli di diverse caratteristiche, oltre a quelle di base; il parco attuale comprende le seguenti vetture: Panda, Grande Punto, 500, Doblò cargo, Doblò 7 posti, Fiorino cargo, Lancia Y e Alfa Romeo Giulietta, oltre alle dieci vetture elettriche Citroen CZero e le nuove Citroen C3 e le Fiat 500L.

Roma fa parte del circuito nazionale Car Sharing ICS, che comprende la possibilità per il cliente di utilizzare liberamente anche le vetture di un’altra realtà del circuito. Si paga l’auto solo quando si usa: il servizio è vantaggioso per chi la utilizza saltuariamente (meno di 8 – 10mila chilometri l’anno) e permette di risparmiare le spese fisse di esercizio (bollo, assicurazione, carburante, parcheggio, manutenzione).

Le vetture del Car Sharing possono sostare gratuitamente sulle strisce blu, accedere e circolare gratuitamente nelle ZTL e nelle corsie preferenziali aperte ai taxi. Hanno inoltre la possibilità di muoversi anche durante le giornate di limitazione al traffico. (more…)

Legge di stabilità, percorsi nei Pronto soccorso delle vittime di violenza: dalle proteste alla proposta.

19 dicembre 2015

Sento la necessità di far conoscere la mia opinione e di aggiungere una proposta a proposito della polemica aperta dai centri Antiviolenza della rete “Di.Re” e da altre associazioni – che sottoscrivono a nome di tutte le aderenti anche se molte di loro sono di diverso avviso – contro l’emendamento Giuliani presentato per estendere a tutte le strutture di Pronto soccorso la procedura del cosiddetto “Codice Rosa”, già attuata con successo in molte località.

Seguo da tempo l’iniziativa del Codice rosa bianca, detto Codice Rosa (non allude al colore), in Toscana.
Ho conosciuto la dr.ssa Vittoria Doretti, socia SOROPTIMIST e ho potuto personalmente apprezzarne le doti professionali e umane.
Dopo la sperimentazione nella ASL di Grosseto, dove la dottoressa Doretti lavora, il Codice Rosa si è diffuso, grazie al SOROPTIMIST, in molte Regioni. I Centri antiviolenza e le case rifugio sono coinvolti.
Non sono stati necessari, né si prevedono nell’emendamento, appositi stanziamenti, ma nuove modalità operative e di presa in carico.
La forte opposizione all’inserimento nella legge di stabilità di un emendamento al riguardo è frutto di cattiva informazione, causata anche dal mancato coinvolgimento, prima della presentazione dell’emendamento, delle associazioni da anni impegnate in prima linea contro la violenza sulle donne.

Avrei firmato anch’io l’appello diffuso sul WEB se quanto riferiva fosse stato vero.

Sarebbe però bastato cercare su INTERNET per rendersi conto di quanti Pronto Soccorso già adottino nel pieno rispetto dei diritti delle donne, il Codice Rosa.

Le reazioni contro l’emendamento hanno portato ad una nuova formulazione e c’è da sperare che, nonostante i tempi accelerati con cui procede l’esame dell’intera legge di stabilità, rientrino anche le ferme opposizioni di alcune parlamentari. Alleghiamo entrambe le versioni.testi emendamenti Giuliani del 06 nov e del

E passo alla proposta, per invitare le tante associazioni e sigle sindacali che in questi giorni hanno manifestato il loro dissenso contro l’emendamento approvato dalla Commissione Bilancio della Camera, a lavorare insieme con tutte e tutti, persone, organismi, associazioni, contro la vera emergenza: in Italia viene ucciso il 40% delle donne che chiede aiuto.

Lo denuncia la dottoressa Vittoria Doretti, ideatrice del progetto pilota Codice Rosa nell’articolo pubblicato dalla 27ma ora “Ma resta ancora tanto da fare. Dico spesso che non ci sono eccellenze finché verrà ucciso il 40% delle donne che chiede aiuto. Più vado avanti e più vedo criticità e più sono convinta che solo lavorando tutti insieme riusciremo a superarle».

Rosanna Oliva,  Roma. 19 dicembre 2015

Tra Stabilità e Festività l’elezione (finora mancata) di tre giudici della Corte Costituzionale. 50 associazioni a Parlamento: eleggete tre donne

11 dicembre 2015

Tre donne nella Corte Costituzionale per uscire da un ritardo inaccettabile, è la richiesta dell’Accordo di Azione Comune per la Democrazia paritaria, ripresa dalle due agenzie allegate.

ADNKRONOS Comunicato Donne alla Consulta 2015 (2) ANSA Comunicato Donne alla Consulta 2015 (2)

Non ancora battuto il record dei 623 giorni impiegati, tra il 1995 e il 1997, per sostituire Vincenzo Caianiello con Annibale Marini. Chissà se basteranno 535 giorni perché il Parlamento riesca finalmente a eleggere i tre giudici della Corte Costituzionale mancanti. Tanti ne saranno trascorsi lunedì, quando le Camere torneranno a riunirsi in seduta comune, dopo che le precedenti si sono concluse senza esito. Il risultato è che la Corte è costretta a lavorare a ranghi incompleti dalla fine di giugno dello scorso anno: all’epoca terminarono il loro mandato Luigi Mazzella e Gaetano Silvestri, seguiti a novembre da Giuseppe Tesauro, Sabino Cassese e Paolo Maria Napolitano e, a inizio anno, da Sergio Mattarella, eletto a gennaio presidente della Repubblica.
Sei giudici scaduti, sostituiti solo da tre, grazie alla nomina parlamentare di Silvana Sciarra e alle designazioni di Daria de Pretis e Nicolò Zanon da parte dell’allora capo dello Stato Giorgio Napolitano. Mancano tre giudici, con tutte le ovvie e gravi conseguenze sul funzionamento del supremo organo di garanzia costituzionale. Tra i partiti, però, non si trova un accordo e senza un’ampia convergenza non ci sono margini per raggiungere il quorum dei tre quinti necessario.
Il Presidente della Repubblica e quelli delle Camere, e lo stesso Presidente della Consulta, hanno espresso preoccupazioni per un ritardo che rischia di compromettere il funzionamento della Corte. È vero che, negli ultimi anni, i ritardi sono stati frequenti, e i tempi si sono spesso dilatati, così come, nel 1991, il ritardo di un anno, da parte del Parlamento, giustificò l’intervento del presidente della Repubblica Cossiga: in un messaggio alle Camere minacciò, di fatto, lo scioglimento. Scioglimento che alcuni costituzionalisti non escludono possa intervenire.
La ripresa del voto per i giudici costituzionali a Camere riunite è fissata per lunedì 14 dicembre, alle 15. Il 23, anti vigilia di Natale, le vacanze. Niente sedute ad oltranza per quest’anno?. (more…)

Tavole consigliate per Natale e Capodanno 2015/2016 a Roma, menu per menu!

9 dicembre 2015

Tavole Romane Blog

anticoarco_natale_piattoFa una certa emozione, ma pure una certa nostalgia, tornare a scrivere  su questo spazio: il perché lo sapete evidentemente e dunque non ci spendiamo ulteriori righe… “Emozionante” è oltretutto uno stato d’animo che va a braccetto con questa parte dell’anno, fatta di riflessioni, bilanci, buoni propositi ma pure di luci, addobbi, profumi e sapori che solo la stagione natilizia sa donare. Come non sentirsi dunque in completa sintonia col periodo, come non augurarsi che quest’atmosfera porti al mondo intero miti consigli e che restituisca pace a tutto e a tutti…

Ma venendo all’aspetto mangereccio della questione, poichè ogni promessa è debito (non c’è periodo di riflessione che tenga!) eccoci a rispettare il consueto appuntamento fisso, seguendo dunque una tradizione di  cui siamo praticamente addicted: il più possibile in anticipo per consentire a chi vuole di prenotare visto che in alcuni locali i posti già scarseggiano. Una lista pensata un po’ per tutte le…

View original post 1.915 altre parole

Cara Mamma Natale…

3 dicembre 2015

Sorgente: Cara Mamma Natale…