Per l’Italicum in Prima Commissione Camera due no (M5S e Lega) e tanti Si, che forse sono NI

by

 

Sul sito della Camera in Prima Commissione non c’è ancora  (ore 9 di oggi), il resoconto della seduta di ieri (24 gennaio).

Assurdo, visto che si dubita che gli uffici della Camera lavorino di sabato o domenica e che già lunedì scade il termine per gli emendamenti!

E, a proposito di carenza di informazione, il record spetta di diritto a quanto riguarda le politiche di genere, che dovrebbero limitare il deficit italiano  della presenza femminile nelle assemblee elettive e nei luoghi decisionali.

Le denunce delle parlamentari e delle associazioni sui trucchi ideati per svuotare le norme antidiscriminatorie che erano state annunciate si trovano solo online. Nell’Italicum il 50 e 50  si calcola sul totale delle liste della circoscrizione e l’alternanza di genere nelle liste bloccate è scomparsa. Inoltre, come se non bastasse, il limite di due candidature consecutive di candidati dello stesso sesso è una beffa.

Questo indegno gioco delle tre carte interessa e preoccupa solo le donne e non è giudicato degno di far notizia. O forse l’oscuramento fa parte della complessa strategia degli uomini arroccati nelle loro poltrone, che temono  di perdere il potere e continuano ad abusare della  loro posizione dominante?

Invece  dai mass media fioccano notizie sulle firme da parte di vari Gruppi del testo concordato. Solo M5S e lega si dichiarano contro.

Ma se analizziamo cosa accompagna le firme, si capisce che si tratta solo di annunci, destinati a essere smentiti immediatamente.

Il muro contro muro su preferenze si-preferenze no, anche all’interno di uno stesso partito e del Governo, che ha coinvolto addirittura Enrico Letta e Franceschini, è uno dei nodi cruciali, così come le pluricandidature, che sono vietate nel testo presentato dal relatore e invece FI vuole introdurre. E ancora su chi disegnerà le circoscrizioni, ossia l’insieme dei collegi su scala territoriale, sono divisi NCD e FI.

Insomma la firma del testo è solo di facciata e si sta verificando quanto era facile prevedere, vista la forzatura e l’anomalia della mossa Renzi- Berlusconi, della quale su questo BLOG abbiamo messo in luce la conseguente anomalia dell’iter in Parlamento.

Sulle divisioni nel PD interessante l’articolo che segue.

http://giacomosalerno.com/2014/01/25/riforme-la-resa-dei-conti-nel-pd-goffredo-de-marchis/

Annunci

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: