Archive for marzo 2012

In Calabria, in un paese della Locride, una donna “scomoda”

31 marzo 2012
Nella notte tra il 28 e il 29 marzo tre colpi di pistola calibro 7.65 sono stati sparati a scopo intimidatorio, da persone non identificate, contro l’auto della Sindaca di Monasterace – La solidarietà di SNOQ RC |
Dopo il primo attentato Aspettare stanca aveva partecipato all’incontro organizzato da SNOQ per portare solidarietà alla sindaca di Monasterace, una donna eccezionale. Le considerazioni di SNOQ sono da condividere, (more…)
Annunci

“Le donne si raccontano” 8 Marzo 2012 – ore 17

8 marzo 2012

In occasione delle celebrazioni per la ricorrenza della

Giornata Internazionale della Donna

i Club Roma, Roma Tiber e Roma Tre

del Soroptimist International d’Italia

 

 

 

“Le donne si raccontano”

 

 8 Marzo 2012 – ore 17

 

  Sala Crociera – Biblioteca di Archeologia e Storia dell’Arte

Via del Collegio Romano, 27 – Roma

       

Cetta Petrollo, Direttrice della Biblioteca

introduce

 

 

Interverranno

 

Rosanna Oliva – Presidente Rete per la Paritá Uomo-Donna

Stefania Ceci – Avvocato Banca d’Italia

Debora Tripiccione – Magistrato del Tribunale per i Minori

  (more…)

“Mai più italiane portatrici d’acqua”

7 marzo 2012

– Rete per la Parità, l’associazione di promozione sociale  impegnata per la parità tra uomo e donna, che riunisce anche 15 associazioni e 6 Università, parteciperà alle celebrazioni del Quirinale in occasione della Giornata internazionale della donna.

La presidente, Rosa Oliva, e le componenti del Direttivo saranno ricevute dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per illustrargli la campagna “Mai più italiane portatrici d’acqua”.

“Porteremo in omaggio al Presidente un’opera della scultrice Sandra Fiorentini Lorenco, socia di Aspettare stanca, una delle associazioni fondatrici della Rete per la Parità, spiega Rosa Oliva. “Il bassorilievo rappresenta le Portatrici d’acqua, diventate il simbolo della nostra campagna che ha lo scopo di ottenere nuove leggi elettorali per il Parlamento, le Regioni, le Province e i Comuni, che permettano una presenza più incisiva delle donne nelle assemblee elettive e nelle Giunte.

“Si tratta di norme di garanzia – aggiunge Oliva – da introdurre qualsiasi sia il sistema elettorale prescelto, secondo “l’Accordo di azione comune per la democrazia paritaria” promosso da Noi Rete Donne e sottoscritto da circa 50 associazioni”. (more…)