4 gennaio 2011

by

 

Presentato a Bruxelles il Calendario delle “Donne d’Europa”

iniziativa lanciata dall’Istituto Europeo per l’Uguaglianza di genere (EIGE.

Tra le 12 donne che sono state selezionate dall’Istituto e che, con le loro storie di successo, rappresentano il volto migliore dell’Europa, anche la filosofa italiana Francesca Brezzi, Professore ordinario di Filosofia morale all’Università degli Studi Roma Tre, che ha dedicato i suoi studi, tra l’altro, alla necessità di inserire la dimensione di genere all’interno del discorso filosofico sull’accettazione dell’alterità e della pluralità.

http://www.retepariopportunita.it/DefaultDesktop.aspx?doc=3971

 

Anna Lombroso per  Simplicissimus

Diritto alla felicità: un interessante punto di vista in:

http://networkedblogs.com/crfA7

 

Formigoni attacca il TAR della Lombardia

http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=search&currentArticle=WGMVD

La sentenza che ha accolto il ricorso presentato da otto medici della Lombardia , assistiti da Vittorio Angelini, Ileana Alesso e Marilisa D’Amico irrita Formigoni che non vuole ammettere i limiti imposti alle Regioni dalla Legge nazionale 194 del 1978.

Venerdì 14 gennaio alle ore 21.30  Roma – dimmidisi club – via dei volsci (san lorenzo)

debutto di sportello musica dedicato alle donne nella musica e nel sociale.“the soloist, le soliste”
melissa ciaramella, raffaella daino,piera d’isanto,armanda desidery e mirella lipari
5 artiste si uniscono per un grande concerto e per portare un messaggio sui diritti della donna e dire mai piu violenza.
Il progetto è patrocinato dal Comune di Roma – la produzione esecutiva per live aid cultural association no-profit
live aid no-profit sostiene i volontari di emergency.
live aid no-profit sostiene ” sing ” di annie lennox

 

Le persone libro – Donne di carta annuncia le attività a partire dal 23 gennaio.

Leggi in:

http://www.donnedicarta.org/index.php?option=com_content&view=article&id=19:il-viaggio-delle-persone-libro&catid=2:notizie

 

 

LIBRI

Lunedì 10 gennaio 2011, ore 17.00, presentazione dell’opera La sfida di Amalia. La lotta per la giustizia di una donna nella Bologna dell’Ottocento di David Kertzer, Rizzoli, 2010. Ne discuteranno con l’autore: Renata Ago, Marina D’Amelia, Emma Fattorini. Coordinerà: Rosanna De Longis.

Bologna 1886. Amalia Bagnacavalli è una giovane contadina nata e cresciuta a Vergato, un paesino dell’Appennino che da secoli vive di poca agricoltura e molti sacrifici. Per far fronte alle ristrettezze in cui versa la famiglia, decide di prendere a balia un orfanello dall’Ospedale degli esposti. Ma il viaggio nella città, ancora gravata da un retaggio medievale, segna l’inizio delle sue vicissitudini: dalla bambina che le assegnano — sguardo opaco, petto scavato e corpicino deforme — contrae la sifilide, della quale faranno le spese anche il marito e la figlia. Invece di rassegnarsi all’ingiustizia, Amalia si rivolge ad Augusto Barbieri, un giovane e ambizioso avvocato, che accetta di intentare causa al potentissimo corpo amministrativo centrale degli ospedali di Bologna e al suo presidente, il conte Isolani. Un’avventura più pericolosa di quanto una popolana analfabeta possa immaginare, che la porterà a fare i conti con un mondo più grande di lei e con la disonestà degli uomini, mentre la malattia divora il suo corpo e la sua famiglia. Frutto di un paziente lavoro di scavo negli archivi e di una felice vena narrativa, La sfida di Amalia ricostruisce con rigore e partecipazione le vicende dei protagonisti e il lungo iter processuale, riportando alla luce una storia sorprendentemente attuale. Che vede Amalia, eroina moderna, sovvertire la condanna atavica alla sopportazione e dare voce a quell’oppresso e povero mondo delle campagne che, alleandosi alla nascente borghesia cittadina, si lancia all’attacco dell’antica aristocrazia. Una storia che è anche il ritratto di una società in trasformazione, già proiettata verso la voglia di riscatto che animerà le lotte di classe del Novecento.
David I. Kertzer, specialista in storia italiana, è professore di antropologia e storia presso la Brown University di Providence (Rhode Island). Con Rizzoli ha pubblicato Prigioniero del Papa Re (1996) e I papi contro gli ebrei. Il ruolo del Vaticano nell’ascesa dell’antisemitismo moderno (2002).
Renata Ago insegna Storia moderna all’Università “Sapienza” di Roma.
Marina D’Amelia insegna Storia moderna all’Università “Sapienza” di Roma.
Emma Fattorini insegna Storia contemporanea all’Università “Sapienza” di Roma.
Rosanna De Longis, vicedirettore della Biblioteca di storia moderna e contemporanea, è stata presidente della Società italiana delle storiche.

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: